Tumblr sta morendo, viva Tumblr?

A causa della recente crescita incontrollata degli spambot ad alto contenuto sessuale, la celebre piattaforma di reblogging (o di shitposting, come la chiamo io) sta effettuando una purga di questi account, compresi però blog di artisti e post di arte erotica.

Difatti, la crescita di questi bot ha portato a una incredibile diffusione di materiale pedopornografico che, unito alla scarsa presenza del supporto del sito, ha generato un effetto valanga dove a farne le spese è Tumblr stesso.

AppStore ha già rimosso l’app di Tumblr dal proprio store (tranquilli, se lo avete installato sul telefono continua a funzionare), mentre al momento stanno scomparendo tutti i post taggati come NSFW, tra cui quelli di diversi artisti (che sono riusciti però a riavere indietro il proprio blog scrivendo un reclamo al supporto). Inoltre si parla di una vera e propria chiusura del sito (che è del tutto comprensibile, data la natura del materiale di cui stiamo parlando).

E ora un paio di considerazioni personali: parlando con diverse persone (e di nazionalità differente), il sentimento comune in merito alla notizia è quello di vera e propria disperazione (soprattutto da parte di chi da Tumblr riceveva commissioni artistiche). I motivi sono i più disparati (ma l’unico che accetto è quello monetario), c’è chi parla di “avevo trovato un posto sicuro per esternare le mie fregnacce” o “avevo un sacco di follower, ora li perderò tutti”. Follower che, per esperienza personale, posso dire che sì rebloggano, ma non interagiscono in nessun modo.

Ovviamente spiegare loro dell’esistenza dei blog non è servito a molto: la maggior parte non ne ha mai tenuto uno, ma tre quarti di loro è troppo giovane per aver conosciuto altre piattaforme che non fossero Tumblr, senza sapere che in realtà WordPress qui funziona nella stessa identica maniera (system tag eccezionale, possibilità di lasciare kudos e rebloggare i post altrui, ma soprattutto di poter commentare, per non parlare delle categorie e dei tag upfront che permettono al lettore di trovare quello che gli serve nel blog di un altra persona evitando lo shitposting). Ma Tumblr (così come instagram), è fatto per scrollare in continuazione senza interagire con il creator content, cosa che mi lascia sempre un senso di scoramento incredibile. Il “commento” per sé non è una forma di validazione personale, ma un’interazione concreta con chi ha creato il contenuto, nel bene e nel male.

Mi rendo perfettamente conto di essere probabilmente una vecchia di merda, ma anni e anni di Livejournal prima e Worpress dopo non si dimenticano certo facilmente. Per me, la mancanza di Tumblr non è un problema, forse perché è stato Tumblr stesso a uccidere, insieme a Facebook, la community di blogger che fino al 2010/2013 era stata ben salda.

In conclusione: WordPress è una validissima alternativa a Tumblr (o Patreon, per chi monetizza la propria arte), il quale in ogni caso spero si rimetta in piedi senza più roba pedo.

5 pensieri riguardo “Tumblr sta morendo, viva Tumblr?

  1. Una domanda tecnica da profana di wordpress: come si rapporta a tumblr per quanto riguarda il pubblicare gifsets/photoset/grafiche in generale? Io us(av)o tumblr per postare e trovare grafiche, cosa che su livejournal era impossibile per l’impostazione. WordPress può essere un valido sostituto per tumblr in questo senso?

    "Mi piace"

    1. “grafiche” in che senso?
      Per quanto riguarda le gif basta caricarle nel media come qualsiasi altra immagine e funzionano perfettamente!
      Per quanto riguarda i temi (suppongo che parli di quelli), di gratis ce ne sono tantissimi di default, poi puoi personalizzarli o comprarli esattamente come su tumblr, non cambia niente.

      "Mi piace"

      1. ops no non mi sono spiegata, con grafiche intendevo essenzialmente i post volgarmente detti “edit”, quindi lavori di grafica con photoshop ( http://hobys.tumblr.com/post/143551941380 per esempio). Questi post così come i gifset sono adatti ad una piattaforma come wordpress?
        Lo chiedo perché io usavo livejournal dove i gifset non rendevano come su tumblr (per fare un esempio https://popkin16.livejournal.com/154446.html vs. https://john-mulaney.tumblr.com/post/172801946435/john-mulaney-stops-by-the-tonight-show ) e lo usavo prevalentemente per scrivere più che postare edit o gifset.
        Scusa per il tartassamento ma wordpress mi intriga e da quel che capisco è un buon posto su cui migrare e vorrei capirne un po’ di più!

        "Mi piace"

      2. Beh oddio, quello di cui tu mi stai parlando però è una mera questione estetica, non funzionale. Non vedo nessuna differenza tra il gifset su tumblr o quello su LJ, ma poi dipende anche dal tema che usi.
        Finché non tagli il post con un cut, esso rimane intero e mostra in home tutto quanto (Il fatto è che ogni post qui richiede un titolo, è pur sempre un blog). ti converrebbe farti un account qui e smanettarci un po’ per fare delle prove e vedere se la cosa ti soddisfa 😀

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...