Post Cartoomics e piani per il futuro

Cartoomics 2018 è stata la seconda uscita in fiera per il Collettivo Lamia (la prima è stata l’ALEcomics 2017) ed è andata dannatamente bene. Siamo molto soddisfatte di come questa fiera importante ci abbia lanciate nel fumetto indie e vedere tutti – ma proprio tutti – i nostri sforzi ripagati… beh, è incredibile. Ora vi parlerò di quello che mi è riguardato.

Holy Water aka IlPornoInChiesa™️ è stato, almeno per me, la rivelazione che le cose che sto facendo sono giuste. Sì ok, è pura pornografia blasfema, ma indovinate? Apparentemente piace. E io non ci avevo scommesso neppure la giusta quantità di copie da portare alla fiera (ho dovuto stamparne all’ultimo perché mi erano esaurite prima della fiera).

Il porno in chiesa, lo ammetto, non è esattamente nato in maniera canonica. Non ci sono state grandi sceneggiature o piani quinquennali di pianificazione accurata o studi dei personaggi approfonditi (se lo avete letto, saprete che non hanno nemmeno un nome).

Ero appena uscita dalla scuola Comics ed ero arrabbiata. Furente. Ho ricevuto un voto (quello su cui puntavo tutto) non adeguato alle mie aspettative, perché ho disegnato in digitale e ho disegnato finocchi. E a quanto pare i finocchi non sono ok, soprattutto se sono fatti a computer. Quindi ho letteralmente iniziato a disegnare gente che si inculava per puro spregio. Poi ho deciso che ci avrei fatto un fumetto. In digitale. Poi ho coinvolto quelle povere anime di Beatrice e Lucrezia. Poi lo abbiamo stravenduto al Cartoomics. Indovina chi lo prende in culo ora?

Inutile dire che 40 pagine di pura pornografia onesta non sono abbastanza per me, figuriamoci per chi lo legge. Quindi uno dei miei obiettivi di quest’anno è di realizzare un altro volume (non un seguito, sia chiaro), di più pagine sempre con la stessa tematica e sempre con gli stessi ignoti personaggi.

Anche Eros in Mythos, l’artbook realizzato in crowdfunding, ha venduto molto bene, al punto di convincerci a organizzare già in loco il volume BOUND, che realizzeremo con altri nuovi autori per il prossimo Cartoomics.

Oltre a tutto questo però c’è anche il lavoro vero, quello che ti fa portare a casa la pagnotta.

In occasione del Salone del Libro di Torino 2018 (#SalTo2018) uscirà per Manfont “Mecha Guevara” di Andrea Tridico, che io invece ho colorato. Sempre per Manfont, con i miei colori (da metà in poi) troverete “Il regno di Fanes”, di Federico Vicentini.

Nel frattempo disegno e coloro. I proposal non si realizzano da soli ;D ma con il Collettivo Lamia stiamo lavorando per realizzare un altro fumetto. Ne avete sicuramente già sentito parlare da qualche parte. Vi lascio un indizio

Annunci